Come scegliere il pellet migliore da comprare senza spendere una follia

E’ arrivato il momento di fare la scorta di pellet?

Come ogni anno ti devi fare la scorta prima che sia troppo tardi, prima che tutti ordinino il pellet e a te tocchi pagare lo stesso sacco anche 60 centesimo in più. Nell’inverno 2016/2017 è capitato che il pellet Binder sia aumentato del 30%. Un aumento così non succedeva dal 2006.

Cosa determina il prezzo?

Il prezzo è legato alla richiesta e al quantitativo presente nei magazzini dei produttori. Sai benissimo che chi comanda i prezzi di mercato sono Pfeifer e Binder.

Quando vedono che il loro piazzale è troppo pieno abbassano il prezzo (perchè gli costerebbe troppo fermare la produzione) mentre quando vendono che è vuoto alzano. Cosi facendo tu sei nella morsa di doverti accaparrare il pellet quando loro non sanno dove metterlo.

Dammi il permesso di spiegarti le cose che sevi sapere sul pellet

Quando non è conveniente il pellet?

Quando uno parla al bar dice che il pellet non è conveniente se passa i 5€. Io ti scrivo che quando lo stesso pellet costa meno (parlado di un pellet di ottima qualità) è meglio. Il fatto è che il gas ha un costo che:

  1. tu non saprai mai calcolarlo
  2. non potrai mai stivartelo per tutto l’inverno
  3. non potrai contrattare dove acquistarlo (specialmente se il tuo fornitore ti alza improvvisamente i prezzi)
  4. ti arriva la bolletta e stai zitto

Quindi quando ti sei letto i 4 punti, allora capisci che il pellet è la possibilità di essere libero.

  • lo stocchi quando vuoi
  • ne compri quanto vuoi
  • se il tuo rivenditore di pellet  alza troppo il prezzo puoi sentire la concorrenza
  • vedi giornalmente quanto consumi

Leggi attentamente qui, il pellet potrebbe costare anche 5.80€ al sacco ma ti è conveniente comunque!

 

Fai 2 domande prima

Le domande che ti devi fare sono:

  1. che pellet comprare?
  2. da chi comprarlo?

Una volta risposto a queste due domande, avrai la vita semplice e potrai passare l’inverno spensierato, al caldo e avendo anche risparmiato.

Che pellet comprare?

Il mercato ti consiglia di comprare pellet certificato En Plus A1, ma ciò che voglio farti sapere sul bollino En plus è che l’ente che lo rilascia è tedesco. I tedeschi sono un popolo rigido e pieno delle proprie convinzioni, ma è anche facile fregarlo (vedi la seconda guerra mondiale). Il certificato En plus è una certificazione che si fa pagare e il suo scopo è quello di certificare più fabbriche possibile in modo da avere un maggiore ritorno economico.

Da quando siamo certificati, facciamo il doppio delle carte, ma se ti capita la partita di pellet difettata la En plus ti fa passare la voglia di fare lamentela, perchè ti devi pagare 200€ di analisi, mandare il campione alla fabbrica, aspettare il loro esito e se tutto dimostra che hai ragione, la en plus blocca il certificato. Ma tu hai avuto pochissima assistenza.

Devi sapere sui 200€ di analisi

Quando ho portato il pellet a fare analizzare, mi ha dato come risultato i valori che vuole la en plus. Ma i risultati del loro laboratorio sono diversi dai risultati che avevo io in casa. In laboratorio fanno analisi, tu invece lo bruci e rischi di spendere 200€ per sentirti dire che il pellet non ha alcun problema.

Brutto vero… spendi 200€ (che è quasi un bancale) per poi non risolvere niente. Era meglio stare fermo e comprare un bancale nuovo…

Con il CeZe invece…

CeZe  vuole farti saltare tutto quello sopra descritto. Con il tempo sono riuscito a scoprire come non farti bloccare la stufa, come fartela rendere di più, come farti consumare meno e come farti stare al caldo.

Il CeZe è comunque certificato en plus A1.

Sono tutti capaci di sparlare, specialmente quando non possono avere quello che serve per vendere. Io non sparlo della en plus perchè non sono certificato e non potendolo avere, l’unica mia mossa per vendere è sparlare di lui. Io sono certificato, so come sono le cose e per questo voglio darti di meglio!

Solo il CeZe è: SE FA PIÙ DI 59 GRAMMI DI CENERE TE LO RIMBORSIAMO

Metti qua i tuoi dati per conoscere ancora di più sul pellet!

Mettendo i tuoi dati, riceverai più informazioni su come avere il pellet migliore, su come avere più sicurezza in casa tua!

privacy We value your privacy and would never spam you

 

Dove comprare il pellet?

Non è detto che tu possa avere il CeZe in brevissimo tempo, al momento non forniamo tutta Italia. Lascia che ti spieghi meglio.

 

 

 

Per dare tutte queste sicurezze stiamo formando:

  • personale adeguato
  • i centri professionali
  • implementando la gestione

Per darti una dritta utile il pellet che al momento è presente su tutta Italia con molte sicurezze sono: Styria pellet, Binder, Pfeifer, Peter Seppele, Schosswender (che non è certificato ma è ottimo). Il CeZe non è presente ovunque. Se però vivi in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, allora già quest’anno puoi permetterti di avere il meglio!

Il vero significato di risparmio

Ti faccio un appunto sulla parola risparmio. Il risparmio non è inteso come ‘spendi pochissimo all’acquisto del sacco’, ma è il risultato di anni di prove su come aver risparmiato di meno nell’arco di un anno!

Rapporto qualità prezzo

Quando tu compri il pellet potresti cadere nella storia del rapporto qualità prezzo. Cioè il prodotto che costa di meno ma ha una qualità buona. Sai meglio di me, che il pellet è legno pressato e non ci sono santi e madonne che tengono in piedi questa storia. L’importanza del pellet è legata alla:

  1. serietà
  2. costanza
  3. meticolosità

Quando una fabbrica è seria, sa benissimo che potrebbe anche capitare l’errore e quello che deve fare è ammettere l’errore fatto rispondendo a quanto accade. Il pellet con il rapporto qualità prezzo è il pellet che quando sei culato hai risparmiato, ma basta che nell’asciugare la segatura sbagliano di due punti, tu passerai “l’inverno più freddo da quando hai comprato la stufa a pellet!”

Spendi poco e che ritorno hai?

Uno dei pellet che vendo nello store di Sarginesco, www.pelletottoni.com è il pellet di faggio. Storicamente è un pellet che piace perché ha un prezzo iniziale molto basso, viene apprezzato da gente che non cerca la comodità, ma principalmente preferisce pulire di più la stufa. Lascia parecchia cenere, nelle prove fatte sul canale youtube ho notato che ha un potere calorico inferiore, per portare i fumi (che è il parametro più attendibile) alla stessa temperatura del ceze ne deve consumare di più. Quindi costa meno, consuma di più e sporca di più. Sicuramente la stufa ha bisogno di un intervento in più durante la stagione.

I clienti che scelgono (coscienti) questo pellet, sono persone che si smontano la stufa personalmente (anche se non potrebbero). Se tu sei pronto a smontarti la stufa per l’epifania che tutte le ceneri ti porta via, puoi sceglierlo. Altro particolare, se devi chiamare il tecnico abilitato che ti pulisce la stufa, il risparmio è andato a farsi benedire!

Spendi tanto e magari sei fregato

Ti è mai capitato di voler comprare un qualcosa e la tua scelta si è basata sul prezzo? Con il pellet c’è una bolgia di sacchi che arrivano dall’Ucraina, Russia, Lituania, Estonia e tanti di loro portano sul sacco la scritta Austria, perchè così riescono a rubarti 0,30€ al sacco, vendendoti pellet dell’est per pellet Austriaco.

Mi ricordo nel 2016, andai da un rivenditore di pellet in provincia dell’Aquila. Il personaggio in questione aveva una gran lingua, narrava che lottava contro la frode, per tutelare i clienti andandogli il più incontro possibile.

Prosegui intanto con la lettura per scoprire che mondo c’è dentro al pellet.
La persona in questione portava odio per i sacchetti dichiarati Austria ma provenienti da altri paesi, solo che cosa aveva in magazzino?

Pellet con sopra la bandiera dell’Austria, con in piccolo scritto il certificato del produttore Polacco!

Questo personaggio ha provato più volte a comprare il pellet da me, solo che volendo GUADAGNARE FACILE, compra il pellet polacco e lo vende per Austriaco. Semplice vero!

Ma i “pelletzionisti” cosa bruciano

Chi ha caldaie auto pulenti, anche potenti, brucia pellet Austria, perché grazie alla sua:

  1. scorrevolezza
  2. durabilità
  3. pulizia
  4. garanzia

Permette a costoro di passare inverni tranquilli senza perdite, senza sprechi e senza spese inutili per richiamare all’ultimo minuto l’assistenza perchè il pellet ha inceppato tutto.

L’unica cosa è la garanzia!

Dopo questa valanga di informazioni ti tiro la conclusione. Non so se ti senti pronto per entrare nel mondo di ceze, perché non è solo un pellet, ma se così non fosse cerca di accertarti che il pellet sia VERAMENTE AUSTRIACO, meglio ancora con la clausola garantito al 100%; se così non fosse, diffida da quel rivenditore.

Perché il pellet CeZe vuole tutelarti tutto l’anno, non solo in primavera quando lo paghi e poi d’inverno non esiste più nessuno. Il CeZe è il pellet assistente per un pulito sorprendente.

Dammi il permesso di regalarti ancora delle informazioni

Quando sarai dentro il modo CeZe avrai:

  • la casa calda
  • la moglie felice
  • meno consumo
  • meno sporco

Solo CeZe ti da di più!

privacy We value your privacy and would never spam you

Non sono un gran scrittore, se mi scrivi un commento in riguardo a ciò che ti ho scritto te ne sarei grato!

3 risposte a “Come scegliere il pellet migliore da comprare senza spendere una follia”

  1. Quello che ha scritto é molto interessante spero non sia solo un gran oratore,comunque mi interesserebbe sapere il prezzo del pellet ceze per 7 bancali consegnati a fubine Al grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.